Il tristemente noto Corona Virus ha costretto la nostra nazione a chiudere le attività per alcune settimane.

Questa chiusura forzata è certamente un duro colpo sotto il profilo economico per tante aziende, studi dentistici inclusi.

Fortunatamente, come spiegato nell’articolo Smart Working per lo studio odontoiatrico, la tecnologia può aiutarci a svolgere molte attività, ma quali?

Smart Working per gli studi dentistici: cosa fare? 10 suggerimenti

1. Avvisare i pazienti

E’ importante informare i pazienti, sia quelli in cura che non, sulla chiusura dello studio e la disponibilità per le urgenze.

La comunicazione deve avvenire mediante tutti i canali a disposizione sulla base dei dati che possedete (email, cellulare per sms, pagine social).

Prestate attenzione agli strumenti giusti: inviare una mail a un ampio numero di contatti in poco tempo può essere considerata come un’attività di spam, per questo è importante dotarsi di un software specifico, ad esempio la piattaforma di Marketing Automation di Arianto.

2. Comunicare vicinanza

In un momento come questo è importante far trasparire l’aspetto umano della propria attività: state vicino ai vostri pazienti, magari con dei piccoli consigli utili sul mantenimento dell’igiene orale anche stando a casa.

I pazienti si ricorderanno di voi una volta passato questo periodo.

3. Dispense utili

Un ottimo modo per comunicare vicinanza è scrivere delle piccole dispense utili per i diversi target di pazienti: il corretto mantenimento della protesi per gli anziani, oppure “Miti e realtà del sorriso dei bambini”.

Queste vi torneranno utili anche in futuro, potrete inserirli nel vostro House Organ e nella vostra Cartella Clinica Visiva!

Avete questi strumenti strategici nel vostro studio?

4. Coinvolgere il team

Molti di voi hanno sicuramente dei collaboratori per le varie branche: igiene, protesi, implantologia… coinvolgeteli!

Chiedete loro di contribuire scrivendo ognuno di loro un breve articolo da inserire nelle vostre dispense.

Perchè no, magari anche un breve video da pubblicare sulla pagina social dello studio.

Oggi l’importanza della comunicazione tramite i video è fondamentale, non a caso tra pochi giorni uscirà la piattaforma Arianto per la formazione on line.

5. Diffusione dei contenuti sui vari canali

I contenuti non devono rimanere solo su carta, sfruttate tutti i canali a disposizione!

Whatsapp Business, email, Facebook, Instagram…

Nel punto precedente ho menzionato i video sulla pagina social, ma possiamo aggiungere anche degli articoli sul sito da mandare mediante newsletter ad esempio.

Per i pazienti che fanno domande on line, soprattutto in questi giorni di chiusura forzata per molti, è possibile installare sul sito e sulla pagina social un programma di chat semi automatico che lavori per noi 😉

6. Supporto clinico ai pazienti

La segreteria, grazie agli strumenti oggi disponibili, può accedere via web al software gestionale e contattare i pazienti per fornire loro le indicazioni cliniche più adeguate sulla base della terapia in corso.

Non occorre un software in cloud, senza volerci addentrare nei dettagli tecnici, è bene sapere che esistono i mezzi per poter accedere al computer in studio con pochi clic: è sufficiente una connessione internet.

7. Sfruttare le chiamate

Intanto che chiamate i vostri pazienti…perchè non chiedere dati aggiuntivi?

Quanti vostri pazienti hanno un indirizzo mail per riceve le comunicazioni del vostro studio?

Utilizzate una scheda anagrafica o avete un crm odontoiatrico?

Potete dedicare pochi minuti e fare questo test per capire il vostro reale livello di marketing: clicca qui per fare il test, riceverai una sorpresa 😉

8. Redigere il piano strategico di marketing

Comunicare coi pazienti è importante, ma ci sono delle regole!

Ogni quanto è meglio inviare una mail? Che contenuti pubblico sul sito e sui social? Posso inviare contenuti profilati a seconda della tipologia di pazienti? Come educare i pazienti e portarli a richiedere una visita di controllo? Come sfruttare il passaparola?

Queste e tante altre domande devono essere oggetto di un piano strategico di marketing su misura, non siamo tutti uguali!

9. Definire gli strumenti

Definiti i contenuti, occorre scegliere i canali di comunicazione!

Newsletter, pagina Facebook e/o Instagram, blog del sito, Whatsapp, Telegram…

Non occorre averli tutti, non subito almeno, ma l’importante è che questi vengano gestiti in maniera corretta e con un piano editoriale adeguato.

10. Definire budget e ROI

Una volta riordinate le idee bisogna chiedersi: quanto posso spendere? Quale può essere il mio ritorno sull’investimento? (ROI: Return on Investment).

Quanto può durare una campagna sponsorizzata? So a quali figure rivolgermi per gestire le campagne di marketing?

Questi sono dieci suggerimenti per lo smart working per gli studi odontoiatrici; prima di metterli in pratica ricordatevi di porvi le giuste domande e valutare se avete gli strumenti adeguati: software e figure professionali in grado di seguirvi al meglio.

Se non sai a chi rivolgerti…CONTATTACI CLICCANDO QUI