Partendo dal presupposto che è compito dell’odontoiatra tenere sempre aggiornati i pazienti su quelle che sono le linee guida più recenti in materia di prevenzione e mantenimento a medio e lungo termine della riabilitazione implantoprotesica, la segreteria può costituire senz’altro un elemento di rinforzo motivazionale.

Punto di partenza è l’impegno da parte di tutto il team odontoiatrico a motivare e responsabilizzare i pazienti sull’importanza della seduta periodica di igiene orale professionale abbinata alla visita dell’odontoiatra per il controllo della salute del cavo orale e dello stato dei lavori protesici.

E’ fondamentale educare a questa consapevolezza redigendo dei protocolli chiari e con solide basi scientifiche per il mantenimento della salute degli impianti, che vengono comunicati ai pazienti fin dall’inizio della terapia.

In questo modo ogni volta che il paziente dovesse mettere in dubbio gli appuntamenti programmati, la loro efficacia o la frequenza, risulterà chiaro a chiunque abbia ricevuto un documento contenente i punti salienti della gestione della prognosi, cosa perde chi non li rispetta. La telefonata deve essere percepita come un servizio di qualità offerto ai pazienti per ricordare che si il paziente di cui ci prendiamo cura, sta uscendo dalle misure di mantenimento prescritte dal medico e che questo potrà incidere sulla sua salute.

Avendo chiaro questo concetto va da sé che la segreteria ha il compito di motivare il paziente ricordando quanto sia fondamentale seguire la terapia di mantenimento, controlli e sedute di igiene orale professionale, ma anche le terapie connesse ai fattori di rischio parodontale, quali riduzione del fumo, terapia del diabete, malattie cardiovascolari, ormoni sostitutivi o immunomodulatori, onde evitare il mancato raggiungimento degli obiettivi terapeutici.

Nel caso in cui il paziente voglia annullare o rimandare una visita di controllo o una seduta d’igiene professionale di mantenimento è compito della segreteria accertarsi del grado di consapevolezza del paziente e comprendere le reali motivazioni che lo spingono a volersi sottrarre a quelle che sono delle vere e proprie prescrizioni terapeutiche e dunque consigliare un confronto con l’odontoiatra.

Al telefono si deve ricordare che il mantenimento della prognosi è parte integrante della terapia riabilitativa e attraverso il sistema dei controlli periodici si mantiene la salute del cavo orale del paziente, prevenendo anche eventuali problematiche connesse a recidive o complicazioni. Tutto ciò si traduce anche in un vantaggio per il paziente che può risparmiare evitando un maggiore impegno economico in futuro; questo ultimo aspetto deve essere ben evidenziato per fare leva sulla adeguata comprensione del paziente che sarà ulteriormente incentivato a proseguire i controlli predisposti in precedenza.