In modo ormai costante, per l’odontoiatra viene riproposto il quesito: “è obbligatorio il consenso scritto del paziente?”
La risposta è semplice, ma prevede naturalmente un retroscena di studi e di evoluzione giurisprudenziale e pratica molto complesso.
È possibile affermare che, nella pratica ambulatoriale quotidiana dell’odontoiatra nel proprio studio (contesto in assoluto più frequente), il consenso in forma scritta NON sia obbligatorio (salvo evidentemente accordi contrattuali specifici, t...

Il contenuto completo è riservato esclusivamente agli utenti abbonati al Club Arianto

La qualità delle informazioni Arianto rappresenta l’utilità pratica di un’esperienza reale, consolidata e professionale che viene messa a vostra disposizione.

Consapevoli, investiamo nel valore nella giusta informazione, nell’oggettiva professionalità dell’innovazione, puntando sempre sull’originalità delle strategie di successo con la meticolosa attenzione sui nostri contenuti informativi e formativi.

L’abbonamento estende anche la possibilità di richiedere gli approfondimenti sui temi.

Sei già in possesso di un abbonamento?

Effettua il login cliccando qui